Lesso rifatto coi porri


Lesso rifattoAncora le cose rimangono in frigo, in questo freddo inverno brodo e lesso sono faccende settimanali. Il primo per zuppe, risi e tenersi caldi. Il secondo per i piaceri della carne, per mangiare salse e, soprattutto, per rifarlo in padella in bianco o, come la foto, tirato con il pomodoro.

Rifare, secondo l’etimo, viene molto semplicemente da re (di nuovo) e facere (fare) e fin qui nulla di nuovo né di eccezionale.

Ma sotto, aggiunge un bel: “…ripigliare le forze, ricreare, storare dei sofferti danni, delle perdite…” poi fa riferimento al cibo e aggiunge “…acconciarlo di nuovo, aggiungere altri condimenti…“. A me piacciono più le prime. Ne danno più il senso.

Prima di tutto lesso e non bollito, quindi carne privata di tutte le sue sostanze. Quasi fibre senza nulla. Carni che il giorno dopo sanno di poco e servono a riempire e poco a nutrire. Quindi quella carne ormai spremuta, senza più forza, riacquista potenza e si ristora nel soffritto e, per chi vuole, nel pomodoro pronta a donare piacere.

Per due persone più un vorace infante che non mangiano altro:

  • 500 grammi di lesso magro
  • 300 grammi di porri (o cipolle rosse)
  • 2 bicchieri di salsa di pomodoro.
  • 2 foglie di salvia
  • 5 o 6 cucchiai di olio
  • sale e pepe
  • 1 bicchiere di brodo
  • peperoncino (io naturalmente causa bambino non lo metto in padella ma lo aggiungo nel piatto)

Tagliare il lesso in pezzi più o meno grandi. A me piace tagliato abbastanza piccolo che si sfibri durante la cottura. Questo mi permette poi, al momento di servirlo, di poterlo accomodare sopra a del pane leggermente abbrustolito ed agliato (a seconda dei gusti).

Tagliare solo il bianco dei porri molto sottile e metterlo ad appassire a fiamma bassa in una padella assieme all’olio assieme alla salvia. Anche qui una cosa da precisare: la ricetta originale vuole le cipolle (rosse), ma a me coi porri piace molto.

Lesso rifatto prima dell'aggiunta del pomodoroQuando saranno belli morbidi aggiungere la carne e far insaporire magari aiutandosi con un poco di brodo. Aggiustare di sale e pepe, aggiungere il peperoncino.

A questo punto sarebbe tutto già pronto per la versione in bianco.

Se volete potete aggiungere il pomodoro ed eventualmente altro brodo lasciando cuocere a fuoco medio fin quando il pomodoro non sarà ben tirato e l’olio ricomincerà ad affiorare.

Naturalmente dovrete aggiustare di nuovo di sale, pepe e piccante.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucinare e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...