Spaghetti con le vongole


La mia invettiva contro certi posti di mare dove hanno dimenticato come farli l’ho già fatta e devo essere sincero che ho dovuto faticare un poco. Del resto Marina di Busseto accoglie me e la mia famiglia ogni anno e la maggior parte delle persone, indigeni intendo, che ho incontrato li sono gentili e simpatici nonostante l’influenza che giunge dai dalle vicine zone che furono palude.

Ma dio buono, gli spaghetti con le vongole sono importanti. E anche abbastanza facili da fare se si seguono poche semplici regole.

Il primo dubbio da dirimere è gusci si o gusci no. I gusci fanno scena, servono alla bellezza del piatto e fanno divertire i bambini che si cimentano nella favolosa arte di liberare l’animale dalla sua durissima corazza.

Quindi è bene lasciarne qualcuno ma liberare tutti gli altri animali dal loro rivestimento.

per 4 persone:

  • 2 kg di vongole (veraci o telline fate voi, è questione di gusti)
  • 600 gr di spaghetti non troppo fini (o linguine)
  • olio
  • aglio
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • pepe nero

Mettere le vongole in acqua salata fredda per un’oretta e ripetere questa operazione per un paio di volte cambiando l’acqua. Non serve sempre visto la pulizzia degli allevamenti moderni.

Toglierle dall’acqua e metterle in un’ampia padella assieme ad un poco di olio e qualche gambo di prezzemolo. Accendere il fuoco al massimo e coprire. Appena cominciano ad aprirsi attendere un minuto e toglierle dal fuoco.

Togliere le vongole dal liquido che avranno prodotto e che filtrerete per eliminare eventuale sabbia e gusci rotti. Metterlo in una tazza.

Mettere da parte una decina di vongole per persona e sgusciare le altre.

In una padella adatta a saltare la pasta mettere olio 4/5 cucchiai, due spicchi d’aglio schiacciati e privi della camicia e peperoncino secondo i gusti.

Appena comincia a prendere colore l’aglio aggiungete le vongole, sgusciate e no, e fatele insaporire per qualche minuto a fuoco moderato. Toglietele ancora.

Gettate la pasta cotta al dente e con pochissimo sale nella padella e portatela a cottura con l’acqua delle vongole e se serve con quella di cottura. Bilanciate queste due acque perchè la pasta non diventi troppo salata ma che non sia sciapa.

L’ultimo minuto aggiungete le vongole e, fuori dal fuoco, il prezzemolo tritato e spolverare appena di pepe.

Servite distribuendo in maniera equa il sughetto e le vongole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucinare e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...